Burri protagonista ad Alba

La stagione autunnale inizia a presentarsi al pubblico, dove agli ormai appuntamenti enograstronomici ormai consolidati quest'anno abbiamo la possibilità di godere di tanta arte.


Tra gli appuntamenti che sicuramente saranno interessanti, sicuramente la mostra presso la #fondazioneferrerodialba è quella più attesa e protagonista sarà Alberto Burri.

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Palazzo Albizzini Alberto Burri di Città di Castello, negli spazi della Fondazione Ferrero, giungerà una retrospettiva dell'artista volte a mostrare aspetti inediti dell'artista, capace di trasformare oggetti semplici in opere d'arte.

Attraverso 40 opere con il titolo "La poesia della materia" richiama ciò che Burri è riuscito a realizzare utilizzando le materie più diverse, riciclando qualunque cosa gli capitasse sotto mano grazie ad un'energia creativa inesauribile: carta, tessuti, sacchi di iuta e di plastica, legni e ferro. Il percorso espositivo sarà articolato in otto sale che consentirà di passare da una tecnica all'altra.




Alberto Burri è considerato uno dei più importanti artisti dell'arte informale che si diffuse dopo la seconda guerra mondiale, dove con l'arte informale si voleva cercare un nuovo modo di comunicare che rifiutava le forme per dedicarsi completamente alla materia. La capacità di Alberto Burri fu quella di modellare la materia per creare questo grande impatto comunicativo: la sua carriera artistica iniziò durante la sua prigionia in Texas, dove cominciò a dipingere. Rientrato in Italia, aderì alla fondazione del gruppo di Origine composto anche da Ettore Colla, Mario Ballocco e Giuseppe Capogrossi: il gruppo si proponeva di andare oltre l'astrattismo e la figurività attraverso forme elementari, semplicità di mezzi e colori violenti.

Non ci resta che aspettare i dettagli tecnici, per poter così organizzare una visita insieme!

info@inpiemontecon.net

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti