La musica nei moti del 1821

1821 - 2021: duecento anni dai moti rivoluzionari di Torino che iniziarono quel processo politico che porterà all'Unificazione d'Italia.

Non fu solo un periodo legato alla politica, siccome in quegli anni ci fu anche molto fermento culturale: è quello che vuole raccontare una mostra che si svolgerà a Savigliano a partire dal prossimo mese di giugno.

Savigliano, luogo di nascita di Santorre di Santarosa uno dei protagonisti di questo periodo politico e dove ancora oggi si possono leggere e raccontare la storia della sua famiglia.

Dal 19 giugno al 18 luglio in tre location veramente particolari si potrà fare un "viaggio" attraverso il periodo dei moti

utilizzando la musica come chiave di lettura.

"Rosa Sonora" è un appuntamento ormai consolidato nel panorama degli eventi saviglianesi. Quest'anno il Civico Istituto Musicale Fergusio ha voluto ampliare le location: saranno infatti tre, il Museo Civico A. Olmo, il Ridotto del Teatro Milanollo e la Torre Civica.

In quest'edizione si andrà a descrivere la letteratura dei chitarristi compositori e la storia degli liutai del primo Ottocento, con particolare attenzione a quelle piemontesi.

Un'attenzione poi particolare sarà data al patriota saviglianese Santorre di Santarosa (chitarrista e clarinettista), Giuseppe Mazzini (chitarrista), Simone Schiaffino (chitarrista) e della cantante lirica Teresa Bellòc, una giacobina piemontese.

Post recenti

Mostra tutti